Come scegliere un nuovo prodotto? Ce lo spiega Silvia

Ciao a tutte! In questi giorni sto facendo le mie ricognizioni nelle profumerie alla ricerca di nuovi prodotti da provare e ho pensato di spendere qualche parola sulle caratteristiche a cui prestare attenzione quando si deve scegliere il nostro nuovo prodotto per il make up.

Per prima cosa, bisogna tenere presente che tutti i colori all’interno dei negozi sono diversi da quelli che poi vedrete sulla vostra pelle; non si tratta di uno strano tentativo per incentivare le vendite ma è dovuto all’illuminazione molto forte che si tende ad avere normalmente nei luoghi chiusi e che, soprattutto quando si tratta ad esempio di fondotinta, rende le nuances molto più chiare di quanto non siano realmente. Per ovviare a questo conviene farsi preparare, quando possibile, dei campioncini da provare a casa (sicuramente questa possibilità è prevista in grandi catene come Sephora) oppure applicare una minima quantità di prodotto sulla vostra pelle e uscire dal negozio per controllare le tonalità.

Lo stesso problema può presentarsi con i rossetti e, soprattutto, con i gloss, che tendono ad apparire più luminosi e chiari; anche in questo caso conviene creare una piccola striscia di prodotto sulla mano per poi osservarne i toni in un luogo meno illuminato. Il mio consiglio è di non provare mai sulle proprie labbra i prodotti, in special modo i gloss; se proprio sentite la necessità di testare sulle vostre labbra un rossetto, pulite la superficie di contatto con un fazzolettino, asportandone quanto basta per creare un piano pulito, e ripetete la procedura prima di metterlo via.

Di grande importanza in questo caso sono i campioncini, che potete trovare nelle profumerie (soprattutto nei giorni centrali della settimana, evitate il week end perché le commesse tendono a darne di meno per evitare di finirli e il lunedì visto che spesso i fornitori arrivano nel tardo pomeriggio) oppure farvi recapitare a casa grazie ad appositi form presenti sui siti dei brand più importanti.

Ombretto UD Radium; Sephora bronzo, duo n.11; Kiko n. 157

E’ invece molto più facile scegliere gli ombretti, in primo luogo perché hanno colori più decisi, estremamente diversi l’uno dall’altro, e poi perché siamo noi stesse, nel momento dell’applicazione, a giocare con le tonalità, creando effetti di luce e colori sempre diversi.

Per essere sicure della vostra scelta, sfiorate leggermente con un polpastrello il prodotto di test e distendetelo su una piccola area della vostra pelle, così avrete la possibilità di apprezzarne la pigmentazione e la brillantezza.

Un caso a parte sono gli ombretti in crema, che nell’ultimo anno sono tornati in auge e vengono sempre più spesso utilizzati come basi per il trucco; per questi particolari prodotti una caratteristica da controllare è la reazione, una volta spalmati, ai movimenti della pelle: bisogna infatti controllare che il colore non vada poi a riempire le pieghette delle palpebre.

Per quanto concerne i mascara, la situazione si fa più difficile, perché è complicato testarli sulle proprie ciglia, visto che la maggior parte delle volte usciamo già truccate e sovrapporre due prodotti non è mai consigliato, e per ovvi motivi di igiene (si rischierebbero infezioni di non poco conto).

Per poter apprezzare le caratteristiche dello scovolino potete provare a passarlo sul dorso della mano, così da controllare nello stesso tempo anche la quantità e la qualità del colore. E’ difficile trovare dei tester di mascara che rispecchino completamente il prodotto in sé: infatti muovendo lo scovolino si fa entrare aria nel contenitore che provoca la rapida essiccazione della crema. Questo inconveniente capita spesso soprattutto con alcuni brand molto famosi come YSL e Lancome, i cui mascara sono estremamente cremosi ma provati nelle profumerie, dove vengono mostrati di continuo, sembrano secchi e perdono gran parte del loro effetto.

Come era stato detto per i fondotinta, anche per i mascara si ha spesso la possibilità di trovare tester nelle profumerie (soprattutto Dior) e minitaglie nelle confezioni regalo (ad esempio in quelle di Tresor e Tresor in Love di Lancome che avevano all’interno una minitaglia di Hypnose) oppure di richiedere il prodotto tramite internet.

Le matite invece vanno assolutamente provate sulle nostre mani, per poter percepire la morbidezza della punta (importante soprattutto per le persone che portano lenti a contatto), la scrivenza e il contrasto con il colore della nostra pelle.

Deborah n. 10; Essence n. 11; YSL n. 34; Kiko Edizione Limitata n. 344;

Spesso capita che le specialist descrivano i prodotti testandoli sulla propria pelle, anche per evitare di sporcarvi; quello che vi consiglio è di chiedere sempre espressamente di poter testare voi stesse ogni novità che vi viene presentata, così da poterne valutare personalmente pregi e difetti.

In ultimo gli smalti: in questo caso il metodo migliore è prendere dello nastro adesivo trasparente e lucido, poggiarlo sul dorso della mano e stendere su esso il prodotto nella quantità più simile a quella che usate normalmente, aspettare qualche minuto perché asciughi e vedere se il colore rispecchia le vostre esigenze.

 Quindi non mi resta altro che augurarvi buon shopping e buon divertimento!!!

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>