7. Chi cerca… trova

Nelle scorse puntate abbiamo stabilito “cosa”, “come” e “con chi” scattare,  questa settimana invece affronteremo il problema del “dove” realizzare il nostro set. E’ superfluo dire che la nostra location dovrà essere in tema con il concept dello shooting perché questo non basterebbe per ottenere dei buoni risultati. Piuttosto è importante sottolineare come il posto giusto possa arricchire in maniera significativa tutti i nostri scatti della giornata quindi, con una singola scelta, avremo la possibilità di migliorare (ma attenzione: anche di compromettere) tutto il progetto!

Vale dunque la pena spendere del tempo per cercare il luogo più adatto magari senza accontentarsi del primo che troviamo ma continuando a insistere finchè non saremo completamente soddisfatti e sicuri della nostra decisione.

Ma quali caratteristiche dovrà avere la nostra location perfetta?
Innanzitutto dovremo decidere se scattare in interno o in esterna. In entrambi i casi è meglio essere ben consci delle implicazioni:
- in interno dovremo verificare di avere abbastanza spazio per montare l’attrezzatura e per muoverci e soprattutto dovremo controllare di poter realizzare le inquadrature di cui abbiamo bisogno con gli obbiettivi di cui potremo disporre.
- in esterno invece sarà importante, nei giorni prima dello shooting, tenere sotto controllo il meteo e fare diversi sopralluoghi in orari differenti in modo da conoscere la qualità e la direzione della luce naturale durante l’intera giornata. Questa informazione sarà indispensabile per stabilire quali inquadrature realizzare anche nel caso si preferisca scattare in luce mista.

Effettuati questi controlli preliminari sarà arrivato il momento di prendere in esame anche le questioni, per così dire, logistiche. Difficilmente potremo fare a meno di alcuni servizi fondamentali ma, se proprio dovremo rinunciarci, facciamo in modo di informare tutti preventivamente e organizziamo tutto in modo da minimizzare i disagi. Facciamo un esempio: potremmo anche decidere di scattare in un posto dove non c’è elettricità (come un bosco o un garage) ma teniamo presente che, se noi possiamo risolvere la gran parte dei nostri problemi scattando con dei flash a batteria o sfruttando la sola luce naturale, altrettanto non si può dire per la nostra make-up artist o la nostra hair-stylist. Assicuriamoci di essere ben chiari se adottiamo soluzioni che possono complicare il loro lavoro così che si possano organizzare con lampade portatili o studino il modo di evitare piastre, fon, ecc… Lo stesso discorso vale per l’acqua: a noi potrebbe anche non servire direttamente ma i nostri collaboratori dovranno portarne una discreta scorta per poter svolgere al meglio il loro lavoro… cerchiamo di non metterli in difficoltà!

Ultimo, ma di certo non meno importante, dovremo prevedere una zona da adibire ai cambi abito, al trucco e al parrucco. A questo riguardo ecco un’accortezza fondamentale: la nostra location dovrà poter garantire le necessarie condizioni di privacy, igiene, comfort e sicurezza per i nostri soggetti e per i nostri collaboratori. La semplice carenza (o peggio la mancanza) di uno solo di questi aspetti può farci perdere un sacco di tempo o, nella peggiore delle ipotesi, compromettere tutto il nostro lavoro quindi cerchiamo di considerare ogni aspetto possibile perché, una volta che saremo arrivati sul posto con tutta l’attrezzatura, lo staff e i modelli/e non potremo più spostarci!

Questa settimana nella gallery vi propongo degli scatti a tema Burlesque realizzati con tre modelle su due diversi set fotografici. Come potete vedere le due ambientazioni sono molto diverse tra loro e, se pur in maniera differente, si adattano perfettamente al tema arricchendo le inquadrature e caratterizzando fortemente le foto. Le due location sono anche diametralmente opposte dal punto di vista fotografico ma nonostante questo entrambe ci hanno fornito tutto ciò di cui abbiamo avuto bisogno durante lo shooting.

A settimana prossima.

Ottaviano Moraca – 8-stops Photosinfo@8stop.com

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>