Sara Olivero: amo fotografare ed essere fotografata

a cura di Fabrizio Capra

Ho incontrato Sara Olivero, giovanissima modella e fotomodella di Fossano, provincia di Cuneo, nello studio fotografico del mio amico Marco Dompè, bravo fotografo fossanese.

Con Sara e Marco abbiamo “improvvisato” un set fotografico molto fashion: Sara sempre spontanea e sicura di se, ha evidenziato un’ottima dimestichezza nel farsi fotografare.

Tranquilla e per nulla a disagio di fronte alla macchina fotografica, ha dimostrato una buona capacità nell’assecondare le richieste del fotografo, mantenendo sempre una fresca naturalezza.

Marco si è prestato mettendo a disposizione la sua bravura, la sua professionalità e la sua simpatia.

Al termine del “servizio” ho intervistato Sara.

Sara, Come è iniziata questa passione per l’attività di modella e fotomodella?

“Una sera un amico mi chiese se volevo fare un concorso, gli dissi che ci avrei pensato, ma lui insistette talmente tanto che mi convinse, da quel momento incominciai a raccogliere i miei primi successi, anche se piccoli, ma molto gratificanti”.

Come ti immaginavi questo mondo quando lo guardavi dall’esterno?

“Mi piaceva e mi piace tutt’ora guardare programmi che riguardano la moda, quindi mi ero fatta l’idea che questo era un mondo impegnativo, ma allo stesso tempo divertente e gratificante”.

La prima volta davanti ad una macchina fotografica?

“Mi sono trovata benissimo, perché l’ho preso come un gioco. Amo fotografare e essere fotografata, tanto che da piccola, come vedevo una macchina fotografica, prima che mi dicessero di fare una foto io ero già in posa”.

Cosa chiedi ad un fotografo che sta per scattare una foto?

“Non chiedo nulla, cerco solo di essere spontanea”.

Quanto imbarazzo c’è nello stare dall’altra parte dell’obiettivo?

“Nessun imbarazzo, anzi mi da tanta carica”.

Quando hai visto per la prima volta una tua foto scattata da un fotografo cosa hai pensato?

“Certo che fa le foto molto meglio di  me”.

Invece guardare oggi le tue foto?

“Mi da molta soddisfazione e sicurezza”.

Ti fa paura il giudizio degli altri?

“Dipende, se e’ giustificato si, altrimenti no”.

E del giudizio di chi ti sta vicino: genitori, fidanzato…?

“No, anche perché con le persone che ho vicino parlo molto e di conseguenza non mi giudicano, semmai dovesse farlo, penso di no”.

In un mondo come questo avere un supporto dei genitori è importante?

“Molto, anzi moltissimo”.

Il tuo fidanzato come ha preso questa tua attività?

“Bene e non mi limita, anzi quando ho dei dubbi lui mi sprona, dicendomi che se mi sembra una cosa da fare la devo fare”.

Che idea ti sei fatta di questo mondo?

“Per ora nessun idea, penso sia un mondo, come molti altri, dove bisogna impegnarsi per riuscire a conquistare i propri obiettivi”.

Nel cassetto dei sogni di questa attività cosa ci troviamo dentro?

“Sfilare e posare per cataloghi di abiti o make up di alta moda”.

Apriamo allora il cassetto dei sogni personali…

“Viaggiare per conoscere tradizioni e culture diverse, potermi confrontare”.

Vivere in provincia è un po’ penalizzante?

“Si molto”.

Sara che rapporto ha con il suo corpo?

“Un buon rapporto, anche se vorrei avere più seno, ma va bene così, perché non farei mai nulla per cambiarlo”.

E che rapporto hai con il nudo?

“Pessimo”.

Che cosa potrebbe farti dire stop di colpo a questo mondo?

“Scoprire che se non fai il nudo non hai possibilità”.

You may also like...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>