Giulia Lupetti, una fotomodella a stelle e strisce

Photographer Nanni SIBONA tacco
Make up Mariacristina fidanza
Hairstylist Tamara Cutelli
Shooting per formen

Giulia Lupetti ha due fortune. La prima: è bella, anzi bellissima, con un corpo semplicemente da favola che a 26 anni la fa sembrare una ragazzina di 18. La seconda: è ambiziosa, e quella sua voglia di farcela l’ha portata in alto. A tal punto da essersi trasferita dall’altra parte dell’Oceano, aver preso casa a Los Angeles ed essere diventata una  star a stelle e strisce. I suoi shooting oggi sono fra dune del deserto e le mitiche “road” delle coste della California. Eppure la sua carriera, iniziata a 15 anni, l’ha vista lavorare con stilisti del calibro di GAI MATTIOLO, Roberto Cavalli, Renato Balestra, Gattinoni e Galliano. Una ragazza che ce l’ha fatta, conquistandosi qualcosa come 150.000 follower sui social network e venendo scelta dalla nota rivista GQ come emblema della femminilità italiana. Tant’è vero che, dopo la prima uscita su GQ Italia nel novembre 2016, nelle scorse settimane il suo corpo e il suo sorriso hanno fatto capolino anche su GQ Mexico. Ormai è più famosa nel Nuovo Continente che nella sua Roma, dove torna appena ha un attimo libero.

Eppure, sei il personaggio del momento.

Diciamo che sono stata felicissima di aver conquistato le pagine di GQ Italia, è stata un’ emozione perché essere su un magazine di tale portata è veramente un onore per la mia carriera di modella e perché è sempre un stato un sogno che è diventata realtà. Poi è arrivata anche l’occasione di GQ Mexico e qui… sono letteralmente scoppiata a piangere di felicità! In più, a distanza di poche ore è stata pubblicata una mia foto su FORMEN Italia, dunque è stata una doppia emozione.

Articoli che ti regalano ogni volta grandi emozioni.

Mi sono veramente sentita grata di questa grandissima opportunità: nella vita ho potuto fare un lavoro che amo e avere soddisfazioni di questo livello anche in ambito internazionale.

Photographer valentina socci
Make up. Julie grace
Shooting for kiko

Ed ora, rieccoti in Italia dopo tanti mesi in quel di Los Angeles.

Sono appena tornata dagli Steses solo pochi giorni fa e sono ancora frastornata dal fuso orario! A parte questo devo dire che la mia esperienza a Los Angeles è stata molto intensa e piena di esperienze positive che mi hanno riempito di soddisfazioni a livello lavorativo ma anche a livello emotivo. Posso dire che da buona italiana amo l’Italia essendo la mia madre patria, amo la cucina italiana lo stile italiano, ma devo ammettere che Los Angeles mi ha rapito il cuore, è la città nella quale vorrei passare il resto della mia vita.

Cos’ha Los Angeles a tal punto da averti catturata?

Prima di tutto il fatto che in America c’è una grandissima possibilità di lavoro, tantissima meritocrazia e le persone ti apprezzano per tutto quello che fai e per l’impegno che metti nel tuo lavoro e nelle tue passioni. A Los Angeles ho trovato solo persone propositive e sempre disposte ad aiutare gli altri, l’energia che si respira è totalmente diversa da quella italiana e in generale da quella europea, le persone ti danno la chance e la libertà di essere quello che preferisci essere e ti rispettano per questo.

Photographer nikolitsa boutieros
Foto per NA-KD

Cosa manca all’Italia per permettere ad una ragazza di emergere nel mondo della fotografia o dello spettacolo?

Purtroppo in Italia non si ha la possibilità di fare il nostro mestiere senza doverci preoccupare di tante difficoltà alle quali ci ritroviamo di fronte, come l’assenza di lavoro, la corruzione e la mancanza di passione nel nostro lavoro; devo ammettere che qui ormai ci sono ben pochi stimoli purtroppo, soprattutto dovuti al fatto che le persone che lavorano sono poche e sono sempre le stesse. Per me l’Italia rimane sempre un grandissimo paese e la amo, ma credo che dovremmo smettere di vivere all’ombra del nostro grandioso passato e cominciare a dimostrare che possiamo ancora essere un popolo di artisti veri.

Forse anche per questo, grazie ai social sei un personaggio… internazionale.

Eppure il mio rapporto con i social è di odio e amore, dico così perché mi piace molto avere la possibilità di poter lavorare e trovo che i social abbiano sconvolto in maniera positiva ma a volte anche negativa le nostre vite. Apprezzo l’aspetto innovativo che hanno apportato nelle nostre vite e la facilità con la quale possiamo esprimere le nostre emozioni e momenti di vita con un click, ma trovo anche che delle volte è bello poter stare a tavola oppure andare in giro con un’amica o parlare con qualcuno senza dover vedere persone incollate al telefono e chiuse nel loro mondo mediatico. Penso che abbiamo un po’ perso la bellezza del poter comunicare con le persone dedicandoci totalmente a queste e senza dover stare a controllare il telefono in maniera compulsiva.

E su Instagram, Giulia Lupetti è un’autentica influencer.

Parlo spesso di una applicazione che trovo veramente geniale e innovativa: si chiama PROJECT SEPTEMBER e permette di poter non solo vedere cosa le persone indossano ma comprarle direttamente cliccando sulla foto.

FOTOGRAFO MANUEL TARQUINI – MAKE UP ALICE QUARANTONE – FOTO PER SERVIZIO PER GQ MEXICO

Ma le tue collaborazioni “social” sono notevoli. E, anche in questo caso, poco… italiane.

Collaboro con alcune linee di abbigliamento come SIWY DENIM, una linea di jeans americana, NA-KD, HEROES MOTORCYCLE, una linea di lingerie americana che si chiama SEXY LINGERIE COLLECTION, ma anche con un altro brand americano che sponsorizza yoga pants PERFECT BALANCE; per quanto riguarda la cosmesi ho appena collaborato con KIKO MILANO, ALGENIST una linea di creme straniera, sono appena diventata brand ambassador per FITTEA, ma lavoro anche con alcuni brand italiani di vestiti HUNT, LOS SANTOS, ITUBER.

Che progetti hai a breve?

Nell’immediato futuro sto lavorando sia per la mia carriera da modella ma soprattutto per quella da attrice. Pper quanto riguarda la moda ho appena firmato dei contratti con brand internazionali di cui sarò la testimonial. Per il cinema ho avuto l’onore di essere stata scelta per due ruoli per due film italiani…

Prima dicevi: tanti traguardi raggiunti senza… scorciatoie.

Devo dire che non è stato facile e il fatto che per raggiungere alcuni piccoli  successi mi sia costato molto più tempo di tante altre persone dimostra come io mi sia voluta distaccare da quella categoria di persone che cede ai compromessi per ottenere le cose; per quanto mi riguarda è la soddisfazione più grande che si possa avere nella vita! Sono fiera di me e dei miei traguardi e, anche se mi costerà ancora tempo e fatica, so che posso raggiungere tutto grazie a me stessa ma soprattutto grazie all’amore che metto nelle cose che faccio; la passione per il mio lavoro non mi abbandona mai e mi ripaga sempre alla fine della giornata.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *